VEDI ANCHE

 GIOTTO

Cos'è Giotto?

   Giotto è un programma che consente di correggere, personalizzare la qualità delle immagini in modo semplice e veloce direttamente con il vostro VIDEO VIEW.
   Questo vi consentirà di creare un archivio immagini per presentazioni o dove attingere per un dialogo diretto con i vari clienti e fornitori.
   Spesso i programmi di controllo e misura per il settore industriale non danno molta importanza alla qualità delle immagini; con Giotto è possibile correggerle, raddrizzarle, ritagliarle, aggiungere o togliere colore, luminosità, contrasto o anche trasformarle in bianco e nero, invertirle nei colori per evidenziare meglio alcuni particolari.
   Le immagini originali non saranno mai perse perché verrà creata sempre una nuova cartella contenente le immagini elaborate.


Il programma mostra principalmente 5 finestre:
  • Una finestra principale (A) dove compare l’immagine che deve essere modificata.
  • Una finestra di presentazione (B) dove compaiono tutte le immagini della cartella selezionata.
  • Una piccola finestra (C) che consente di visualizzare l’immagine presa a campione (Modello).
  • Una finestra (D) Elaborati dove le immagini che sono ritenute corrette vengono visualizzate e salvate automaticamente in una cartella.
  • Una finestra (E) chiamata Limbo, che compare in alternativa alla finestra Elaborati, dove vengono inserite le immagini corrette provvisoriamente senza essere ancora salvate.



Funzioni possibili

File –> Apri –> Solo una foto
L’immagine verrà proposta nella finestra principale (A) e nelle finestra modello (C).
File –> Apri –> Tutte le foto della stessa cartella
L’immagine verrà proposta nella finestra principale (A) e nella finestra modello (C), e tutte le immagini presenti nella cartella compariranno nella finestra (B).

Lingua –> Italiano/Inglese
Il programma è in Italiano e in Inglese.

Profili
Per profilo si intende quella serie di impostazioni (colore, luminosità, contrasto, ecc) che servono da applicare ad una o più immagini senza dover tutte le volte reimpostare i giusti valori di correzione su ogni foto dello stesso genere.

Esempio
: una foto che rappresenta un tipo di materiale (ottone) potrebbe avere delle impostazioni di colore diverse da un altro materiale (alluminio): mentre per l’ottone serviranno maggior luminosità e contrasto, per l’alluminio potrebbe essere necessario meno contrasto e colore giallo.

In questo modo se ci sono da correggere molte foto dello stesso tipo di materiale, una volta corretta una foto con i parametri ottimali, questi potranno essere salvati in un profilo, utilizzabile all’occorrenza per correggere le altre foto molto più velocemente.
Si possono creare infiniti profili (da abbinare alla tipologia di immagine o al cliente/fornitore), modificarli o eliminarli.
La creazione del profilo è molto semplice infatti basterà inserire il suo nome nella finestra ed automaticamente tutti i parametri presenti in quel momento verranno salvati.
Il profilo selezionato verrà mostrato nella barra dei menu.

Scala dei grigi
È possibile trasformare l’immagine in bianco e nero.

Correzione dell’immagine nella luminosità, contrasto e colore
Una volta aperte una o più foto e selezionata quella da correggere, con la vostra esperienza dovreste giudicare se la stessa risulta chiara o scura, quindi tramite il parametro Luminosità aumentare o diminuire il valore.

Quando la Luminosità vi sembrerà buona (per i non esperti: i particolari bianchi dell’immagine devono avere un minimo di dettaglio) potrete eseguire una correzione del Contrasto e già sarete in grado di capire se la vostra immagine sarà migliore o peggiore.

Se i colori vi appariranno sbagliati, necessiteranno anch’essi di una correzione.
La correzione del colore sarà molto semplice se si seguono alcune regole fondamentali:
a) Vedere se su una superficie bianca non compaiano altri colori; ad esempio se quella superficie apparirà leggermente gialla, sarà necessario diminuire la percentuale del giallo, spostando il cursore verso il colore blu. La stessa procedura andrà seguita per gli altri colori.
b) Avere sempre a disposizione un’immagine campione archiviata nel computer, che abbia al suo interno molti colori e particolari in bianco o in nero, con cui poter eseguire delle prove e confrontarle con la stessa immagine stampata.

Se modificando i valori dei parametri del modello che state elaborando non siete soddisfatti dei risultati ottenuti potete sempre cliccare sull’immagine Modello e ricominciare da capo.

Molto utile e interessante può essere inizialmente salvare nella finestra Limbo ogni volta che eseguite una correzione sull’immagine, così da avere una sequenza di immagini corrette tra cui scegliere quella che poi verrà salvata negli Elaborati.

Fra le immagini che avete corretto e che sono presenti nel limbo sicuramente avrete quella che più soddisfa il vostro occhio quindi la potrete portare tra gli Elaborati cliccando col tasto destro del mouse su di essa e selezionando Esporta come elaborato.

Per poter vedere le immagini salvate negli Elaborati bisogna premere sul tasto Nascondi Limbo.

Se l’immagine corretta risulta essere migliore del modello iniziale (originale) ma non soddisfa a pieno il vostro occhio, potete riportarlo come Modello selezionandolo tra gli Elaborati (o dal Limbo), e quindi ricominciare ad effettuare ulteriori correzioni.

Se vogliamo rivedere tutte le immagini presenti tra gli Elaborati per avere una maggiore visibilità e continuità fra immagini simili potrete cliccare sul tasto Presentazioni elaborati sotto la barra dei menu.